Quale distanza devo tenere le altre persone?

Almeno un metro.

Se ho la febbre?

Sopra i 37.5°C, chiamare il medico di base, stando in casa e NON andare al pronto soccorso.

Posso andare in altri comuni?

Assolutamente NO, salvo situazioni di necessità.

Posso muovermi per motivi sanitari?

Sì, sempre.

Posso spostarmi per lavoro? Anche in un altro comune?

Sì, gli spostamenti per motivi lavorativi sono consentiti. Negli spostamenti per lavoro è bene avere con sé l’autocertificazione.

Chi deve assolutamente stare in casa?

Anziani e persone immunodepresse o con patologie.

Messe e altre funzioni religiose si svolgeranno?

No.

Servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, pasticcerie, gelaterie) sono aperti?

No, fino al 25 marzo.

Centri commerciali?

Chiusi fino al 25 marzo, tranne gli alimentari.

Farmacie e parafarmacie?

Aperte normalmente.

Asili, scuole, Università?

Sospesa la frequenza fino al 3 aprile.

Riunioni, convegni, eventi, manifestazioni?

Vietati.

Cinema, palestre, piscine, discoteche, musei, biblioteche?

Chiusi.

Gli uffici comunali sono aperti?

Quasi tutti i servizi sono fruibili online. Sono garantiti i servizi essenziali e urgenti.

Posso fare la spesa?

Sì, una persona per famiglia.

Posso andare a mangiare dai parenti?

Non è uno spostamento necessario. La logica del decreto è quella di stare il più possibile nella propria abitazione per evitare che il contagio si diffonda.

Posso uscire a fare una passeggiata con i bambini?

Sì, in posti dove non c’è assembramento e mantenendo sempre le distanze. Non è vietato uscire, ma occorre evitare sempre la creazione di assembramenti (non familiari, cioè non di persone che vivono già nella stessa abitazione).

Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?

Questa è una condizione di necessità. Ricordate però che gli anziani sono le persone più a rischio, quindi cercate di proteggerle dal contagio il più possibile.

I corrieri merci possono circolare?

Sì.