Carissime e carissimi,

Con grande piacere ho ricevuto ed accettato l’incarico di Dirigente Scolastica in una sede, l’Istituto Comprensivo Vaccarossi,  che avevo proposto all’Ufficio scolastico regionale tra le scuole preferite presso cui essere nominata.

Non posso che esprimere quindi, da un lato l’entusiasmo per essere stata chiamata a vivere la quotidianità scolastica e civica di tre bellissimi comuni (Cunardo, Ganna e Ferrera) e dall’altro la passione umana e professionale che mi sono sentita subito di mettere in gioco grazie alla collaborazione attiva e alla competenza di tutti i Docenti e del Personale dell’Istituto. Come ho esplicitamente detto agli insegnanti nella prima riunione collegiale, sono “onorata” di essere parte di questa realtà scolastica e delle comunità civili cui la scuola si riferisce.

Volutamente invio questo messaggio di saluto dopo due settimane dall’insediamento e dopo avere avuto l’opportunità di conoscere anche alcuni genitori e soprattutto gli alunni. Il pezzetto di strada sino ad ora percorso assieme è senza dubbio indice di un clima molto positivo.

I Docenti e il Personale dell’istituto sono una grande risorsa culturale ed umana, così come esplicita è la disponibilità dei Sindaci Angelo Morisi di Cunardo, Bruna Jardini di Valganna  e Marina Salardi di Ferrera e degli Amministratori di riferimento del territorio, affinché sia possibile proseguire tutte le azioni positive volte a  vivere la scuola come parte attiva della comunità civile.

Sono avviati anche i contatti con le Comunità Montane, gli Enti e le istituzioni a carattere sanitario, le Parrocchie e il vasto e ricco mondo delle Associazioni attive sul territorio.

Lunedi 8 settembre alla scuola dell’infanzia di Ferrera e giovedi 11 settembre alla scuola primaria di Ganna, alla primaria e secondaria di Cunardo hanno preso il via le attività scolastiche con gli alunni.

L’accoglienza dei bambini e dei ragazzi è sempre un passo importante e decisivo: un sorriso, una carezza, un abbraccio, un incoraggiamento, una stretta di mano sono essenziali perché nessuno si senta in difficoltà ad affrontare ciò che è nuovo e sconosciuto. Posso assicurare che in tutte le nostre scuole ai “primini” sono stati assicurati la familiarità di un sorriso e il calore di un abbraccio e di questo ringrazio tutti i Docenti e il personale dell’istituto.

Ora quindi camminiamo insieme, avendo come riferimento alcuni obiettivi fondanti: successo formativo per tutti, garanzia di sicurezza e benessere perché la scuola sia un luogo familiare, inclusione e apertura perché nessuno possa sentirsi solo, valorizzazione delle capacità di ciascuno e della loro diversità, sostegno a chi è in difficoltà e potenziamento delle eccellenze nei diversi ambiti, collaborazione con le realtà territoriali.

Una bella sfida, entusiasmante per tutti noi che desideriamo costruire assieme un pezzetto della nostra storia collettiva.

Un saluto cordiale

Luisa Oprandi